in

Isole Tremiti, riapre la scuola primaria e dell’infanzia per l’anno didattico 2024-25

Per le iscrizioni c’è tempo fino al 10 febbraio: basta inviare una PEC al Comune. La giunta comunale: “Un grande risultato”.

Riapre la scuola primaria e dell’infanzia alle Isole Tremiti per l’anno didattico 2024-25. Per le iscrizioni c’è tempo fino al 10 febbraio: basta inviare una pec al Comune. La giunta comunale: «Un grande risultato»

Il prossimo anno scolastico sarà avviato alle Isole Tremiti un percorso scolastico sperimentale per i bambini tremitesi. Ne dà notizia il vice sindaco Luciano Cafiero (nella foto in basso) in una nota diffusa alle famiglie e alla comunità isolana. Una riposta finalmente concreta dopo lunghe richieste e percorsi avviati dall’amministrazione comunale per giungere a questo importante traguardo raggiunto nel solco di quella continuità territoriale tesa a scongiurare sempre più lo spopolamento anagrafico dell’arcipelago.

“Pertanto – commenta il vice sindaco Cafiero – sono aperte le iscrizioni all’anno scolastico 2024-25 per i bambini aventi un’età compresa tra i 3 e i 5 anni per la scuola dell’infanzia e dai 6 ai 10 anni per la scuola primaria. Un obiettivo concreto e tangibile destinato a tranquillizzare le famiglie isolane che, da anni, chiedono l’attivazione dei corsi didattici della scuola pubblica”. I genitori interessati al percorso sperimentale sono pertanto invitati a presentare apposita manifestazione di interesse iscrivendo i propri figli ai corsi prima menzionati. L’istanza, nella quale dovranno essere riportati con molta attenzione i dati anagrafici degli iscrivendi deve essere inviata a mezzo pec all’indirizzo comuneisoletremiti@pec.it. Attenzione però: le istanze dovranno pervenire entro e non oltre il 10 febbraio p.v. al fine di comunicare i dati certi per l’avvio delle lezioni del prossimo anno scolastico.

La scuola a San Domino venne chiusa con l’anno scolastico 2003-2004 quando l’unico alunno iscritto – doveva frequentare la quinta elementare – si trasferì sulla terraferma con la famiglia. Una decina di anni prima – a inizio 2003 – aveva chiuso anche la scuola di San Nicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa ne pensi?

Nasce il brand turistico della Città di San Giovanni Rotondo ‘accogliente per vocazione’

L’olio di Vico del Gargano: la scommessa del cibo-medicina