in

La Foiba di Kremenar e l’eccidio della Colonna Gamucci raccontati per la prima volta in un libro

Antonio Magagnino ha compiuto uno sforzo immane, fatto di sacrificio e senso del dovere, per rendere dignità a dei giovani caduti che si sono visti negare la giustizia dalla loro stessa Patria. Già tra le prime righe è possibile individuare il profondo sentimento dal quale prende le mosse questo scritto: permettere alle generazioni future di sviluppare un pensiero critico attraverso uno studio non mistificato della nostra storia recente. In questo resoconto, supportato da documenti e testimonianze, si ripercorrono gli ultimi giorni di quanti fecero parte della colonna Gamucci e dei cc infoibati a Kremenar nel tentativo di rimuovere quel velo di omertà che è stato posto dalle gerarchie dell’epoca, un vaso di Pandora che racchiude omissioni, falsità e codardia. Nelle pagine di quest’opera, l’autore racchiude la sua esperienza diretta sui luoghi che sono stati il teatro di questa triste vicenda e con forza punta il dito verso i responsabili di questi crimini di guerra, ingiustamente passati in sordina grazie e corrotte dinamiche di potere.

Prefazione del Gen. CC Raffaele Vacca.

Biografia: Antonio Magagnino, da tutti conosciuto come Tony. Ha servito con fedeltà l’Arma dei Carabinieri tra Roma, Brindisi e Viterbo, tra i quali più di vent’anni trascorsi in Reparti Operativi. Appassionato di equitazione, paracadutismo e storia contemporanea. Come ricercatore ha fortemente voluto indagare e scrivere per la prima volta la vera storia sulla Foiba di Kremenar e sull’Eccidio della Colonna dei Carabinieri Reali in Albania comandata. Ha offerto collaborazione all’Istituto Storico Grossetano della Resistenza per il libro “La persecuzione degli Ebrei nella Provincia di Grosseto nel 1943-44”. Ha collaborato con il prof. Maida di Torino, per la mappatura sugli eccidi da parte di Reparti Italo-Nazisti nelle Regioni Toscana, Liguria e Piemonte. In ultimo ha ricevuto lettera di apprezzamento dal The World Holocaust Remembrance Center di Jerusalem. 

fonte image: corrierepl.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa ne pensi?

La Confederazione Italiana Archeologi sul video della Grotta dei Tesori di Manfredonia

San Marco in Lamis, inaugurata la scultura al poeta Joseph Tusiani