in

Resti umani trovati in pozzo sul Gargano: potrebbe trattarsi di un 27enne scomparso nel 2013

San Marco in Lamis (FG) – I carabinieri della Compagnia di San Giovanni Rotondo sono al lavoro per far luce su alcuni resti umani, tra cui una scatola cranica, emersi da un pozzo. Le indagini si concentrano sulla possibile identificazione dei resti, con l’ipotesi che possano appartenere ad Angelo Tricarico, giovane del luogo scomparso nell’agosto del 2013.

La natura del ritrovamento e i segni di ferite riscontrati sulle ossa suggeriscono un’aggressione come causa probabile della morte. Da una prima visione, sembrerebbe che il delitto possa essere stato commesso altrove, con il corpo successivamente occultato nel pozzo per celare ogni traccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa ne pensi?

Anche le Torri di Varano all VI° evento A.D.U.O.M.S.S.A.N. a Città Sant’Angelo (PE)

Denuncia per omicidio colposo sulla morte di un venditore a Vico del Gargano